Quando un correntista si accorge di essere vittima d’illeciti come anatocismo e usura, spesso si sente impotente di fronte al potere delle banche e desiste dal far valere i propri diritti, convinto che la ragione di un singolo non possa battere quella di un istituto di credito.


Combattere Anatocismo e Usura: Perizia Indispensabile

Quello che non sa è che la legge e l’aiuto di un professionista possono aiutarlo a difendersi.
Come fare? Come abbiamo detto, fondamentale sarà il supporto di un esperto del settore contabile e legale, che attraverso strumenti precisi e tecnologici, come i software per analizzare mutui ed elaborare una perizia attestante anatocismo e usura, è possibile intentare causa contro la banca incriminata.

È proprio questo prezioso documento che può convincere il giudice a condannare l’istituto a rifondere tutti gli interessi non dovuti.
In questo caso, il modo di dire “Il tempo è denaro” calza perfettamente, perché prima si agirà e prima si smetterà di pagare tassi usurari e di conseguenza presto si otterrà il rimborso delle somme illecitamente richieste.

Prima però di tutto questo, è importante sapere che questo tipo di cause sono sempre precedute dalla media-conciliazione, che costituisce condizione di procedibilità. Nel caso di mancato accordo con la controparte o trascorsi 3 mesi dall’inizio della mediazione senza risultato, sarà possibile procedere alla causa vera e propria di fronte ad un giudice, il quale stabilirà, con perizia attestante anatocismo e usura alla mano, la colpevolezza o meno dell’istituto di credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll to Top