Come si fa a determinare l'usura bancaria? E come ci si rende conto se il calcolo del tasso soglia sia usurario o meno? Nel conteggio si considerano un numero di altre varianti oltre al denaro prestato. In primo luogo le commissioni, poi le remunerazioni in favore della banca poi altre spese legate al credito, mentre vengono escluse sia le tasse che le imposte. Tutti questi conteggi per determinare se ci sia o meno usura bancaria e per stabilire con certezza il calcolo del tasso di soglia rispondono ad una norma del Codice Penale che disciplina il reato di usura.

La legge è chiara eppure i fenomeni di usura in questi anni si sono moltiplicati, ciò perché gli istituti di credito hanno in un certo interpretato la legge a loro vantaggio, in pratica molte banche hanno distorto il significato di una Circolare della Banca d’Italia, al cui interno erano descritte le modalità con cui si doveva affrontare il calcolo del tasso soglia. Superato questo infatti si va nel reato di usura bancaria. Le banche, già nel 2011 sono state riprese per la loro condotta malevola dalla Corte di Cassazione. Inoltre la Cassazione oltre a condannare il comportamento di molte banche per la cattiva interpretazione del calcolo del tasso di soglia, ha anche precisato il significato delle circolari della Banca d’Italia.

La Corte Suprema ha quindi stabilito che i dirigenti bancari che si rendono colpevoli di applicare l'usura bancaria tramite tassi di interessi usurari, sono responsabili penalmente, infatti in quanto operatori professionali non possono non conoscere la legge. Come si dice la legge anche per loro non ammette ignoranza. Spesso accade che gli istituti di credito nel concedere un mutuo applichino un tasso di interesse che sembra conforme alla norma. Ma in realtà si sommano altre cifre e importi aggiuntivi che fanno lievitare il calcolo del tasso di interesse oltre il limite dell'usura bancaria.

Questi costi possono essere ad esempio: spese di assicurazione, istruttorie, commissioni per singole operazioni e varie. Il superamento del tasso di soglia, se presente fin dalla stipula del contratto, può avere effetti molto dannosi per l'istituto di credito, in quanto dovrà farsi carico di restituire le somme che sono state pagate  per gli interessi usurari.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll to Top