Ancora un caso di usura sui mutui: questa volta è accaduto ad Olmi, una frazione di Quarrata (PT) in Toscana. Un’azienda a conduzione familiare, la Vivai Filippi, ha fatto causa alla sua banca per aver conteggiato 100mila euro di interessi a tassi usurari.


Usura Mutui: La Disavventura dei Coniugi Filippi

I coniugi Filippi, nel dicembre 2012, partecipano al bando del Piano di sviluppo rurale regionale che avrebbe loro consentito di poter vendere le piante all’estero. Purtroppo le cose non vanno nel verso giusto e i due non riescono a pagare le spese per riottenere i rimborsi dallo Stato.

La Vivai Filippi entra in difficoltà e la sua priorità diventa quella di sanare i debiti contratti. La banca chiude il conto corrente e accende un mutuo ipotecario da 360mila euro. Dopo un anno, gli interessi maturati sono già ben 20mila euro, segno evidente dell’applicazione di tassi usurai.

Scatta un secondo mutuo da 45mila euro ma l’azienda ancora non si risolleva e si tenta con una mediazione. Ma l’istituto di credito minaccia di sospendere entrambi i mutui. I due coniugi quindi decidono di procedere alla citazione in tribunale per usura sui mutui, in seguito ad un’analisi degli stessi.

Monia Avenia, legale e proprietaria dell’azienda è ormai sconfortata tanto da lanciare affermazioni forti, ovvero che lo Stato non aiuta chi ha bisogno ed è in crisi. Sconforto e sfiducia che sono peggiorati in seguito alla tempesta di due mesi fa che ha scoperchiato il capannone e danneggiato le piante.

Per adesso non resta che attendere il risultato della causa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll to Top