Nuovo 730 Precompilato: il 50% dei Contribuenti Rinuncerà alle Detrazioni Fiscali

La Fondazione nazionale dei commercialisti ha avanzato l’ipotesi che questo 2015 saranno 6 milioni i contribuenti a rinunciare alle detrazioni fiscali in seguito all’accettazione del 730 precompilato. Ma perché un numero così elevato?


Nuovo 730 Precompilato: Rinuncia alle Detrazioni

Dallo scorso 15 Aprile è scaricabile online il nuovo 730, definito dal direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi, una vera e propria “rivoluzione”. Il Fisco si propone dunque di semplificare la vita dei contribuenti ma solo 2,5-3 milioni di loro potranno beneficiare del 730 precompilato senza dover apportare modifiche. Tutti gli altri necessitano dell’integrazione delle spese sanitarie e altri oneri che è possibile detrarre, dati che saranno inclusi dall’anno prossimo.

Il nuovo 730 accettato senza modifiche non subirà controlli ulteriori da parte del Fisco, un dettaglio rilevante a supporto dell’ipotesi avanzata dalla Fondazione, basata anche su un altro dato ovvero che le detrazioni fiscali sono davvero minime, in media 143 euro (detrazioni samitarie), tanto da non giustificare il costo di commercialisti e Caf per la presentazione del modello.

Potrebbe essere addirittura il 50% contribuenti a rinunciare alla modifica del 730 precompilato, lasciando così nelle casse dello Stato 1,5 miliardi di euro e secondo il professor Carlo Gabarino, docente di diritto tributario alla Bocconi, i contribuenti potrebbero rinunciare a tutto ciò perché intimoriti dai costi e dalle lungaggini burocratiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll to Top