La riforma del 2012 (Dpr 137/2012) ha istituito la formazione obbligatoria, ovvero i professionisti dovranno aggiornare le loro capacità e la loro formazione accumulando una serie di crediti formativi, ed è giusto che chi fa un lavoro in costante mutamento, come gli avvocati, i biologi, gli architetti o i giornalisti, punti a migliorare la qualità del proprio lavoro partendo proprio dalla formazione.

Soltanto con la formazione obbligatoria si è in grado di fornire sempre un servizio di qualità ai propri clienti, vuoi che si lavori come avvocato o come agronomo. È importante quindi aggiornare le proprie competenze anche perché non facendolo si incorrerebbe in un illecito. Gli ordini professionali, infatti, alla luce della riforma del 2012, stanno rivedendo i propri regolamenti, inserendo norme specifiche per la formazione obbligatoria di avvocati, commercialisti e altri professionisti.

Ma come acquisire i crediti giusti? Niente paura, sono gli Ordini Professionali a organizzare corsi e seminari per acquisire crediti. Tuttavia,se vi manca il tempo per andare periodicamente all'Ordine e seguire questi corsi di aggiornamento potete scegliere anche strade diverse ma ugualmente qualificate ed efficaci.

La formazione obbligatoria per avvocati, commercialisti e altre categorie di professionisti può infatti avvenire anche per merito di agenzie esterne o piattaforme di e-learning, perfette per chiunque voglia tenersi aggiornato senza mettere piede all'Ordine Professionale e standosene comodamente a casa davanti al computer o davanti ad un tablet o smartphone, come avviene con i corsi di formazione promossi dalla società senza fini di lucro Afap

Ad ognuno un tot di crediti...


Quanti sono dunque i crediti da totalizzare per la formazione obbligatoria? Ebbene il numero dei crediti varia a seconda di ogni singola categoria professionale. Ad esempio gli agronomi devono totalizzare nove crediti in tre anni, con l'obbligo di accumularne almeno due ogni anno. Un credito formativo è pari a otto ore di formazione. La valutazione dei crediti in realtà è molto elastica e dipende dalle varie categoria.

Un altro esempio? Gli architetti hanno invece l'obbligo di accumulare 90 crediti nell'arco di tempo di tre anni. In questo caso ogni credito vale un'ora di formazione obbligatoria. I consulenti del lavoro devono accumulare 50 crediti nel primo biennio, mentre i geometri 60. Ai notai invece tocca accumulare ben 100 crediti. Per alcune categoria c'è anche l'obbligo di partecipare ad eventi formativi che riguardino nello specifico la deontologia professionale. Come si è già ricordato la formazione obbligatoria per avvocati, commercialisti e altre categorie, può essere anche organizzata da strutture che non siano gli ordini, ma da realtà in e-learning studiate ad hoc per professionisti. L'importante è che tali organizzazioni siano autorizzate dal Consiglio Nazionale, con parere favorevole del Ministero della Giustizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Scroll to Top